La Cognata Giovanni

Giovanni La Cognata nasce nel 1954 a Comiso (Ragusa), dove tuttora vive e lavora.

 

Dopo gli studi all'Istituto d'Arte della sua città, si dedica alla pittura. Del 1978 è la prima esposizione collettiva, di due anni dopo la prima mostra personale. Inizialmente il suo lavoro è dedicato al ritratto, ma presto rivolgerà la sua attenzione al paesaggio che sarà fondamentale nella sua crescita poetica e stilistica. Dopo circa dieci anni di attività a Milano si accorge che la grande fonte di ispirazione dei suoi dipinti rimane la sua terra, e abbandonandosi all'inesorabile attrazione che essa esercita, ritorna in Sicilia

Per un decennio, i dipinti di Giovanni La Cognata rispecchieranno il mutare delle stagioni, gli intensi colori dei paesaggi della Sicilia dove la luce e le lunghe ombre del silenzio e della solitudine sono naturali.

E' la Sicilia dell'entronterra che La Cognata da sempre predilige, lontano dalle mete turistiche della costa, tra la gente del luogo.

Ogni dettaglio nelle tele di La Cognata traspira umanità, storia, autenticità, calore, vita. Con un linguaggio fedele alla tradizione pittorica, votato a scoprire l'essenza delle cose, La Cognata ci conduce in una terra magica, in una dimensione umana totalizzante ove quiete e infinito inducono alla contemplazione della bellezza.

 

L'attività espositiva di Giovanni La Cognata si è molto intensificata a partire dal 2000, con anche le prime comparse all'estero con una mostra alla Albemarle Gallery di Londra ed alla Galerie Prom di Monaco di Baviera.

Dal 2001 è chiamato a partecipare a numerose rassegne collettive in luoghi istituzionali come quella del 2004 alla Galleria d'Arte Moderna di Catania con gli artisti del Gruppo di Scicli e quella del 2005 al Palazzo Ducale di Gubbio Il paesaggio italiano contemporaneo. Più di recente, nel corso del 2007, numerose sono state le partecipazioni a rassegne tra cui, le più importanti, "Arte Italiana 1968/2007" a cura di V. Sgarbi al Palazzo Reale di Milano, "Nuovi Pittori della Realtà" a cura di M. Sciaccaluga al PAC di Milano, "Urgenza della città - L'urbano nella pittura" svoltasi ai Grandi Magazzini Teatrali di Campobasso e nell'ambito della rassegna "Not so private - Gallerie e storie dell'arte a Bologna" ha partecipato alla mostra Galleria Forni e Galleria Stefano Forni: dal 1967 una storia per l'Arte Figurativa" organizzata dal Mambo (Museo d'Arte Moderna di Bologna) nello spazio di Villa delle Rose. Ha partecipato inoltre alla 58° edizione del prestigioso Premio Michetti.

Tra le mostre personali più recenti "Sikelia", del luglio 2007 svoltasi al Palazzo Ducale di Sabbioneta, Mantova, con catalogo Skira, seguita in ottobre da una personale dal medesimo titolo alla Galleria Forni di Bologna. Sempre del 2007 è la mostra alla Fondazione Bufalino di Comiso, del 2008 "Storie e ritratti di Sicilia" allo Studio Forni di Milano e del gennaio 2011 è la personale “Sorvolando gli Iblei” alla Galleria Forni di Bologna.

 

Back to top